Tapparelle: pulizia e manutenzione

Tapparelle: pulizia e manutenzione

Le tapparelle sono un elemento presente in moltissime case, e sono il metodo più diffuso per proteggersi dalla luce dei raggi solari e dal vento, a secondo della stagione anche dal freddo,  oltre che a essere utili per salvaguardare la propria privacy e all’interno della casa; le tapparelle abbassate completamente rendono più sicura l’abitazione, garantiscono oscurità e tranquillità durante la notte, e proteggono anche i vetri dalla pioggia e dalla neve e dalle intemperie di vario tipo.

Purtroppo sono anche a volte soggette a malfunzionamenti e blocchi, questo dipende moltissimo dal grado e dalla qualità della manutenzione, che viene periodicamente effettuata su tutte le tapparelle della casa, oltre che alla pulizia che deve essere costante e minuziosa, per mantenere il funzionamento degli ingranaggi e delle stecche di scorrimento sempre ad uno stato ottimale. Mantenere sempre in perfetto funzionamento le tapparelle di casa offre molti vantaggi, perché la loro installazione, come già detto poc’anzi migliora lo stato generale della casa che risulta così essere ben protetta.

Le varie tipologie di tapparelle

Le tipologie di tapparelle consentono una scelta quasi illimitata, basata sui propri gusti, sulle proprie esigenze, sul tipo di finestre presenti nella nostra abitazione, e soprattutto anche tenendo in considerazione il proprio budget. I due tipi principali nei quali si dividono le tapparelle sono: quelle tradizionali, e quelle motorizzate. Le prime sono le tapparelle classiche, dotate di guide laterali in metallo, le stecche  vengono abbassate e alzate per mezzo proprio di una cinghia che scorre nelle guide; le tapparelle motorizzate invece sono un modello innovativo avvolgibile grazie a una serie di stecche sollevabili governate da un mini impianto elettrico collegato a un interruttore; che permette la chiusura e l’apertura delle medesime.  Questo tipo di tapparella sicuramente è più adatto alle persone che non possono svolgere azioni particolarmente pesanti, o che non hanno la possibilità di accedere alle normali cinghie delle tapparelle tradizionali.

Tapparelle elettriche o tradizionali?

La tapparella a comando elettrico è la risposta ideale appunto a queste problematiche poiché il sollevamento e l’abbassamento avviene attraverso un semplice pulsante, niente di più facile ed immediato, ovviamente anche questo tipo di tapparella richiede accorgimenti, ottima manutenzione e pulizia frequente.

Ma come possiamo tenere le nostre tapparelle in uno stato tale che gli permette di durare nel tempo funzionando sempre perfettamente? Iniziamo senza dubbio dall’aspetto principale della manutenzione ordinaria e frequente: ovvero la pulizia, perché bisogna ricordare che la pulitura delle tapparelle deve essere effettuata nella maniera più appropriata possibile, per non recare danno alle stecche, e ai meccanismi elettrici, che le governano. Quindi bisogna essere informati in maniera certa su quale materiale costituisce le tapparelle di casa nostra; cioè di cosa sono fatte quelle che sono montate alle nostre finestre. Le tipologie materiche sono soltanto tre: tapparelle in legno, tapparelle in metallo e tapparella in PVC. Ecco perché si rende necessario acquistare detergenti e prodotti per la pulizia adatti al tipo di materiale in questione.

La pulitura periodica delle tapparelle: come farla in modo corretto

Quindi se le tapparelle saranno di legno vanno acquistati prodotti dedicati al legno, se sono in metallo bisogna acquistare detergenti, panni e quant’altro siano adatti a pulire ogni componente in metallo; dicasi lo stesso per il PVC. Anche spazzole e accessori per la pulizia devono essere adeguati alle misure delle stecche e dei componenti di scorrimento, per non danneggiare nulla durante le operazioni di pulizia.

Soprattutto per quello che riguarda le tapparelle elettriche, poiché una cattiva manutenzione può portare a un malfunzionamento rilevante. Come la rottura dei meccanismi, delle stecche, dei componenti elettrici, e delle guide, con una conseguente necessità di riparazioni sicuramente più costose.

Tanti accorgimenti per pulire perfettamente le tapparelle

La pulizia è senza dubbio la via più semplice per far sì che le tapparelle non si usurino. Poiché già sono sottoposte quotidianamente a sollecitazioni importanti e continue, quindi l’usura è assicurata nel tempo, ma intervenendo con una manutenzione intelligente possiamo far sì che le nostre tapparelle domestiche durino più a lungo; per pulirle correttamente bisogna innanzitutto rimuovere la polvere e le ragnatele che si possono accumulare nelle guide laterali, bloccando così le cinghie che ruotano sul rullo; anche il rullo va pulito ma senza bagnarlo e poi periodicamente lubrificato. Va posta attenzione a umidità e muffa che possono formarsi all’interno del cassone di contenimento che può arrugginire le parti metalliche. Sono consigliati prodotti specifici ma la vecchia acqua calda con sapone nutro è sempre la scelta migliore. Le tapparelle vanno pulite sia internamente che esternamente, quindi se abitate a piani alti potete eseguire la pulizia con una spazzola apposita che ha un doppio fronte e la forma di una pinza da cucina.

Le false emergenze e il fai-da-te

In caso di guasto o malfunzionamento elettrico è sempre preferibile contattare un riparatore riparatore tapparelle professionista; ma attenzione alle false emergenze, a volte se le tapparelle non si riavvolgono bene o non scendono può essere solo polvere e umidità, quindi una buona ripulita e una passata di olio lubrificante possono rimettere a posto la situazione. Sono sconsigliati tutti gli sgrassatori e i detergenti aggressivi; i panni ruvidi e la paglietta in ferro; se le tapparelle si scrostano e perdono lo smalto è possibile riverniciarle ma solo dopo essere state smontate da un esperto.